Lazio-Empoli: vergognosi cori contro la madre di De Rossi all'Olimpico
Lazio-Empoli: vergognosi cori contro la madre di De Rossi all'Olimpico

Roma Sconfitta dall’Empoli: La Squadra Chiude Sesta in Campionato

L'Atalanta toglie l'appeal all'ultima di campionato dei giallorossi, che cedono all'Empoli e concludono la stagione senza entusiasmo.

L'Atalanta toglie l'appeal all'ultima di campionato dei giallorossi, che cedono all'Empoli e concludono la stagione senza entusiasmo.

Il netto successo dell’Atalanta nell’anticipo del pomeriggio contro il Torino aveva già tolto quel poco di appeal che rimaneva all’ultima di campionato della Roma a Empoli. Partita decisiva solo per i toscani che, dopo essere andati avanti con Cancellieri (ex vivaio Roma) e poi raggiunti dai giallorossi con il quarto gol stagionale di Aouar, hanno vinto con il gol di Niang all’overtime, salvando l’Empoli dalla Serie B e innescando l’invasione di campo finale. Una scena da film che condanna il Frosinone dell’«amico» Di Francesco, sconfitto in casa dall’Udinese.

Un campionato chiuso senza entusiasmo

La Roma chiude così al sesto posto senza entusiasmo, consapevole di poter giocare la prossima Europa League, ma anche della necessità di fare di più nella prossima stagione per puntare alla Champions League. Ora che ha trovato un nuovo condottiero in grado di guidarla e darle un bel gioco, la Roma deve fare il salto di qualità. Impensabile che potesse succedere ieri a Empoli, in una partita tipica di fine stagione: una di quelle alle quali non puoi più chiedere nulla. E, come sempre succede in questi casi, gioca meglio chi ha più testa e voglia.

La Roma era già in vacanza, il successo dell’Atalanta ha tagliato le gambe alle ultime velleità, mentre dall’altra parte l’Empoli aveva la situazione ideale per giocare la partita della vita: quella che, a conti fatti, le consentirà di disputare la quarta stagione consecutiva nella massima serie, un record per il club. La squadra di Nicola riesce a fare il colpaccio, vincendo contro una Roma demotivata e stanca, che ha giocato solo a tratti. Alla fine, un successo meritato per i toscani, nonostante i due gol annullati ai giallorossi per fuorigioco.

E nell’ora dei bilanci, al netto del cambio di allenatore a metà stagione, la squadra di De Rossi centra quello che era diventato l’obiettivo minimo: l’Europa League. Chiude sesta in classifica davanti alla Lazio (stessi punti ma avanti negli scontri diretti) con un record di pubblico e sold out da squadra di vertice: un gran peccato. Le potenzialità ci sono, ora un’estate per lavorare, studiare e mettere nelle mani di De Rossi una squadra più competitiva. Perché se chiudi per il terzo anno consecutivo sesta in classifica a quota 63 punti, qualcosa vorrà pur dire.

Change privacy settings