De Rossi con Dan e Ryan Friedkin, Roma
De Rossi con Dan e Ryan Friedkin, Roma

Roma: De Rossi Prepara la Rivoluzione, Attenzione al Big Bang

In attesa di firmare un contratto triennale, Daniele De Rossi progetta una Roma all’insegna della ricostruzione, valutando attentamente l’organico attuale

In attesa di firmare un contratto triennale, Daniele De Rossi progetta una Roma all’insegna della ricostruzione, valutando attentamente l’organico attuale

Daniele De Rossi si prepara a firmare un contratto di tre anni, e nel frattempo pianifica la ricostruzione della Roma, rispettando l’organico esistente. Con gli ultimi 180 minuti di campionato utili non solo a consolidare il sesto posto ma anche a valutare il futuro, molte decisioni critiche riguardanti giocatori in prestito, in scadenza di contratto o considerati esuberi sono all’orizzonte. Attorno a De Rossi, indiscutibile punto fermo, i Friedkin stanno studiando la nuova Roma.

I Fedele di De Rossi

De Rossi è pronto a confermare i suoi fedelissimi, a meno di offerte irrinunciabili: il gruppo degli italiani che gestisce lo spogliatoio (Pellegrini, Mancini e Cristante), El Shaarawy, il “erede designato” Paredes, il portiere Svilar, N’Dicka e i nuovi arrivati Angeliño, che sarà riscattato dal Lipsia per circa 5 milioni, e Baldanzi, su cui la Roma ha investito a gennaio. De Rossi vorrebbe tenere anche Dybala, affidandogli il ruolo di falso nove, alla Totti, per modificare l’assetto della squadra. Il tecnico guarda al Bayer Leverkusen e all’Atalanta come esempi per costruire una squadra di qualità con calciatori rapidi e resistenti.

I Giocatori in Partenza

Senza tanti rimpianti, De Rossi rinuncerà al gruppo dei precari: il secondo portiere Rui Patricio, i prestiti Hujisen, Renato Sanches, Azmoun, Kristensen e persino Lukaku. Darà il via libera anche alle cessioni di Karsdorp, Celik e Aouar, che non hanno reso quanto atteso.

In attesa della Riconferma

Alcuni giocatori dovranno sfruttare il rush finale per guadagnare posizioni. Smalling, con un altro anno di contratto a 4 milioni netti, deve dimostrare ancora il suo valore, così come il connazionale Abraham, reduce da un grave infortunio. Anche Llorente, che potrebbe essere trattenuto pagando 5 milioni al Leeds, ha qualcosa da dimostrare. Spinazzola, il cui contratto scade il 30 giugno, è apprezzato da De Rossi, ma un rinnovo a cifre più basse è improbabile, seppur possibile.

Giovani in Bilico

I giovani Bove e Zalewski, che con De Rossi hanno perso importanza, potrebbero essere ceduti se arrivassero offerte allettanti. La Roma valuterà attentamente queste proposte, pur con un certo dispiacere, per decidere il futuro dei talenti cresciuti in casa.

Con queste mosse, De Rossi e i Friedkin mirano a costruire una Roma competitiva e ben strutturata, pronta per le sfide future.

Change privacy settings