Tommaso Baldanzi, Roma
Tommaso Baldanzi, Roma

Roma, addio ai prestiti: con Ghisolfi e De Rossi nuova linfa al mercato

Il nuovo corso della Roma, guidato dal DS Ghisolfi e dall'allenatore De Rossi, punta su giovani talenti di proprietà per costruire una squadra competitiva e sostenibile

Il nuovo corso della Roma, guidato dal DS Ghisolfi e dall'allenatore De Rossi, punta su giovani talenti di proprietà per costruire una squadra competitiva e sostenibile

La Roma si prepara a un cambiamento radicale sotto la guida del nuovo direttore sportivo Florent Ghisolfi e dell’allenatore Daniele De Rossi. Come riporta il Corriere dello Sport, la strategia del club si concentrerà sull’acquisto di giovani talenti di proprietà, evitando di ripetere esperienze costose come quella di Romelu Lukaku. Nonostante i 21 gol segnati in stagione, il belga non ha raggiunto l’obiettivo Champions League e ha pesato sul bilancio del club con un costo di 17 milioni di euro.

La nuova filosofia del club si basa su uno scouting accurato per identificare giocatori giovani che possano integrarsi con lo stile del tecnico e crescere all’interno della squadra. Un esempio di questa nuova strategia è l’acquisto di Tommaso Baldanzi, arrivato a gennaio a titolo definitivo per 10 milioni di euro più bonus.

In linea con questa nuova politica, la Roma è pronta a rinunciare ai prestiti di Sardar Azmoun, Rasmus Kristensen e Renato Sanches, liberando così spazio per nuovi acquisti che possano incrementare il valore della rosa nel medio periodo. Tra i big in rosa, Paulo Dybala sembra intenzionato a rimanere, insieme a Mile Svilar, Evan N’Dicka, Leandro Paredes e il già citato Baldanzi. L’unico riscatto previsto è quello di Angeliño, che verrà confermato in squadra.

Questo nuovo approccio mira a costruire una Roma più solida e sostenibile, capace di competere ai massimi livelli grazie a un mix di giovani promesse e giocatori esperti.

Change privacy settings