Guida bocciato, Atalanta-Roma sotto la lente della moviola
Guida bocciato, Atalanta-Roma sotto la lente della moviola

Guida bocciato, Atalanta-Roma sotto la lente della moviola

L'analisi dettagliata dell'arbitraggio di Guida rivela decisioni discusse sul campo, inclusa l'assegnazione di un rigore generoso alla Roma e un'azione controversa su Cristante. Scopri i dettagli e le valutazioni sulle scelte dell'arbitro in questa partita

L'analisi dettagliata dell'arbitraggio di Guida rivela decisioni discusse sul campo, inclusa l'assegnazione di un rigore generoso alla Roma e un'azione controversa su Cristante. Scopri i dettagli e le valutazioni sulle scelte dell'arbitro in questa partita

Nella partita tra Atalanta e Roma, l’attenzione si è concentrata non solo sulle azioni in campo, ma anche sulle decisioni prese dall’arbitro Guida, che hanno suscitato polemiche e dibattiti tra i tifosi e gli osservatori.

L’arbitraggio di Guida è stato valutato dal Corriere dello Sport con un modesto 5, soprattutto a causa di 2 situazioni cruciali. La decisione di assegnare un rigore alla Roma è stata al centro dell’attenzione, con molti che hanno contestato la generosità della chiamata. L’intervento su Abraham, sebbene con un contatto presente, è stato giudicato come un caso dubbia decisione, considerando la dinamica dell’azione e il posizionamento del pallone. Inoltre, la decisione di non mostrare un cartellino giallo a Cristante per un fallo netto su Touré ha sollevato ulteriori critiche sull’imparzialità dell’arbitro.

Tuttavia, non tutto è stato negativo per Guida. Fino a quel momento, la sua gestione della partita era stata abbastanza lineare, ma le controversie sulle decisioni cruciali hanno oscurato questa buona performance.

La moviola rivela anche che il secondo gol dell’Atalanta è stato regolare, nonostante le proteste dei giocatori della Roma. L’intervento di Hien è stato analizzato attentamente, ma il tocco con il braccio è stato giudicato come non decisivo, poiché il braccio era attaccato al corpo e il contatto con il pallone è avvenuto dopo un duello regolare con Lukaku.

Infine, una decisione controversa è stata la non punizione di un presunto fallo di Lukaku all’inizio della partita. Nonostante il contatto con il braccio, l’arbitro ha giudicato che il braccio dell’attaccante della Roma fosse a contatto con il corpo, quindi il fallo non è stato sanzionato.

Sebbene l’arbitraggio abbia generato disaccordi, il VAR ha confermato molte delle decisioni contestate, riflettendo la difficoltà del compito degli arbitri nel prendere decisioni chiare in situazioni complesse.

Change privacy settings