Calciomercato Roma: L'incubo della non-Champions falcidia la squadra giallorossa
Calciomercato Roma: L'incubo della non-Champions falcidia la squadra giallorossa

✂️ Calciomercato Roma: L’incubo della non-Champions falcidia la squadra giallorossa

L'esclusione imminente dalla Champions League getta ombre sul futuro della Roma e influenzerà pesantemente le decisioni di mercato. Dalla porta all'attacco, ecco chi potrebbe restare e chi invece è destinato a partire

L'esclusione imminente dalla Champions League getta ombre sul futuro della Roma e influenzerà pesantemente le decisioni di mercato. Dalla porta all'attacco, ecco chi potrebbe restare e chi invece è destinato a partire

La Roma si trova sull’orlo di un baratro, con la prossima stagione della super Champions League che sembra sempre più un miraggio. Questo scenario apocalittico, reso ancor più cupo dai recenti risultati deludenti e dalle energie esauste, getta un’ombra minacciosa sul futuro della squadra capitolina, influenzando direttamente il calciomercato estivo.

L’entusiasmo iniziale suscitato dall’arrivo di De Rossi nell’ambiente giallorosso si è rapidamente dissolto, lasciando spazio a mesi di tensioni con Mourinho e a una situazione di stallo che sembra destinata a un epilogo doloroso. Una cavalcata che, fino a poco tempo fa, sembrava promettere grandi successi, ora rischia di trasformarsi in una marcia funebre.

La Roma, nelle ultime sette uscite tra Serie A e coppe, ha collezionato solo una vittoria, quella agguantata a fatica contro l’Udinese, seguita dall’amara eliminazione in semifinale di Europa League per mano del Leverkusen e da magre prestazioni contro Bologna, Napoli, Juventus ed Atalanta, che hanno lasciato i tifosi sgomenti e i giocatori demoralizzati.

Con 3 punti di svantaggio dalla zona Champions e una gara in più rispetto all’Atalanta, la qualificazione alla prossima edizione della prestigiosa competizione europea sembra sempre più un sogno irrealizzabile, con conseguenze devastanti anche sul fronte del calciomercato.

Le prossime settimane saranno cruciali per la Roma, che dovrà prendere decisioni difficili prima dell’inizio di giugno. Senza i fondi e l’attrattiva della Champions League, il mercato diventa un campo minato, con numerosi giocatori in bilico o destinati alla cessione.

Dalla porta all’attacco, nessuno è al sicuro. I Friedkin dovranno fare i conti con una lista lunga e complessa di situazioni da risolvere, conscia che il destino della squadra dipenderà anche dalle scelte fatte sul mercato. La Roma dovrà dimostrare di essere capace di navigare in acque tempestose, altrimenti rischia di naufragare definitivamente.

Svilar verso il Rinnovo, Smalling da Piazzare

Il calciomercato estivo della Roma si apre con una serie di scelte cruciali da compiere, che influenzeranno profondamente il futuro della squadra giallorossa. Iniziamo dal reparto difensivo, dove i movimenti sono già in corso.

La situazione in porta è chiara: con l’addio imminente di Rui Patricio, il cui contratto da 3 milioni a stagione è in scadenza, la Roma si prepara al rinnovo di Svilar. Secondo quanto riportato da Calciomercato.com, sono stati avviati i contatti per estendere il suo accordo fino al 2027, con uno stipendio di 1 milione all’anno. Svilar si è rivelato una vera rivelazione sotto la guida di De Rossi e rappresenta un pilastro per il futuro della squadra.

Ma non è tutto rose e fiori in difesa. Mentre Mancini e N’Dicka rappresentano certezze per il reparto centrale, il futuro di Smalling è incerto. Con una serie di infortuni alle spalle e un contratto fino al 2025 da 3,8 milioni a stagione, liberarsi del suo ingaggio è diventato un obiettivo per la società. L’Hujisen, tornato dal prestito alla Juventus, potrebbe dire addio, mentre sono da valutare le posizioni di Kumbulla, attualmente al Sassuolo, e di un Llorente che potrebbe essere riscattato a 5 milioni.

Anche sulle fasce si profila una rivoluzione. Spinazzola è destinato a salutare la Roma, mentre sia Celik che Karsdorp potrebbero essere inseriti nella lista delle possibili cessioni, vista la loro performance altalenante. La permanenza di Angelino, invece, potrebbe essere confermata per 5 milioni, offrendo così un’alternativa valida sulla sinistra.

Ma non è finita qui. Il centrocampo presenta anch’esso diverse incognite e opportunità da valutare attentamente.

Addio a Renato Sanches e Aouar? Incertezze su Bove

Il centrocampo della Roma, uno dei punti di forza sotto la guida di De Rossi, sembra ora destreggiarsi tra incertezze e potenziali addii. Renato Sanches e Aouar, due nomi che promettevano molto all’inizio della stagione, rischiano ora di salutare la capitale italiana.

Renato Sanches, acquistato con grandi aspettative, ha deluso clamorosamente. I continui infortuni lo hanno tenuto ai margini del campo per gran parte della stagione, e le sue prestazioni quando è stato disponibile sono state deludenti. Si è persino parlato di un possibile ritorno al PSG già a gennaio. Anche Aouar, nonostante qualche sprazzo di brillantezza, ha faticato a imporsi e si trova ora in bilico sul mercato.

La situazione di Bove è altrettanto complicata. Il giovane talento del vivaio giallorosso, protagonista con Mourinho, ha visto il suo spazio ridursi drasticamente con De Rossi. Questo cambiamento improvviso ha sollevato dubbi sul suo futuro, aprendo la strada a possibili soluzioni lontane dalla Roma.

Mentre la mediana potrebbe aver bisogno di rinforzi per affrontare le prossime sfide, è in attacco che la situazione diventa critica. La Roma dovrà valutare attentamente le proprie opzioni sul mercato per colmare eventuali lacune e rinvigorire la squadra in vista della prossima stagione.

Paulo Dybala e Romelu Lukaku, attaccanti della Roma
Paulo Dybala e Romelu Lukaku, attaccanti della Roma

Addio Lukaku e Incertezze in Attacco

Il reparto offensivo della Roma è in tumulto, con poche certezze e molte incognite che gettano un’ombra di incertezza sul futuro della squadra giallorossa. Mentre alcuni giocatori come Baldanzi e El Shaarawy restano, la situazione di altri è tutt’altro che chiara.

L’addio di Lukaku sembra sempre più inevitabile. Il Chelsea non è disposto a concedere ulteriori prestiti, e i costi legati al cartellino e all’ingaggio del giocatore rendono l’operazione insostenibile per la Roma. Trovare un sostituto di livello diventa quindi una priorità assoluta, considerando anche le incertezze riguardo ad altri attaccanti come Azmoun e Abraham.

Azmoun, attualmente in prestito al Bayer Leverkusen, potrebbe non essere riscattato, mentre per Abraham si valuteranno solo offerte superiori ai 25 milioni per non disperdere l’investimento fatto tre anni fa.

La situazione di Dybala aggiunge ulteriori complicazioni. Sebbene la permanenza del giocatore sembri la scelta più probabile al momento, non va dimenticata la clausola di 12 milioni, valida per l’estero fino alla fine di luglio, che potrebbe privare improvvisamente la Roma della Joya.

In sintesi, i Friedkin si trovano di fronte a una serie di decisioni cruciali nelle prossime settimane, con il rischio che l’assenza dalla Champions League possa costare alla squadra la partenza di giocatori di calibro.

Change privacy settings